[wide]

Sinf_Abruzzese
[/wide]


[twocol_one]
L’Orchestra abruzzese a Modena per un concerto benefico a favore dell’asilo di Finale Emilia
[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Martedì 22 gennaio 2013 a Modena, Forum Monzani ore 21
[/twocol_one_last]


Sarà un atto di solidarietà il concerto offerto dall’Orchestra Sinfonica Abruzzese, diretta dal M° Giancarlo De Lorenzo, che si terrà martedì 22 gennaio 2013 presso il Forum Monzani di Modena alle ore 21. I proventi della serata saranno interamente devoluti all’asilo Sacro Cuore di Finale Emilia, distrutto dalla scossa del 29 maggio scorso, una volta alloggiato nell’antica e prestigiosa dimora Borsari.

L’istituzione abruzzese, su iniziativa del suo direttore artistico, Ettore Pellegrino, ha espresso spontaneamente la volontà di offrire un concerto in favore delle popolazioni terremotate dell’Emilia, con musiche di Mozart: Sinfonia n.10 in sol minore KV 74, Sinfonia Concertante per violino, viola e orchestra in Mi bem magg. K 364, Sinfonia n.38 in Re magg. KV 504 “Praga”.

L’asilo di Finale, esclusa l’ipotesi di restauro data l’entità dei danni, è stato ricostruito in tempi brevissimi per venire incontro alle 170 famiglie dei bambini che frequentavano la scuola. Oggi, grazie al prezioso contributo di aziende, privati, artigiani, singole persone e alle donazioni materiali, economiche e in denaro, la costruzione è conclusa dal punto di vista strutturale e impiantistico. Manca l’arredamento che è andato completamente distrutto, e che verrà ripristinato grazie ai proventi del concerto della Sinfonica Abruzzese, alla quale verrà intitolata una sezione della struttura.

“Nel 2009 noi tutti dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese abbiamo vissuto il dramma e la precarietà del sisma – ha raccontato il M° Ettore Pellegrino – L’aver apprezzato la solidarietà nei nostri confronti di tutti gli Italiani è stato un prendere atto che le iniziative culturali, specialmente quelle musicali, possono essere momenti non di distrazione, ma di valido sostegno a tutta la collettività. Per questo abbiamo proposto e avallato con entusiasmo questa iniziativa, convinti che essa vada ben oltre la semplice raccolta di fondi. E quando la musica e la solidarietà cercano la bellezza non si può non formulare un programma all’insegna della musica mozartiana”.

Anche il senatore abruzzese Fabrizio Di Stefano ha ritenuto in una nota “straordinariamente importante che, specialmente nel mondo della cultura, ci si muova per iniziative di solidarietà. In seguito al sisma del 2009 l’Abruzzo ricevette da ogni parte del mondo dimostrazioni di grande sensibilità. Oggi più che mai, è importante e giusto provare a ridare, anche se in minima parte, le attenzioni e il sostegno che abbiamo ricevuto in quei tragici momenti, e la cultura rappresenta la parte più nobile di una società che, in queste occasioni, riesce ad esprimersi appieno”.

La vicinanza tra le due popolazioni colpite dal terremoto si era già espressa lo scorso settembre, quando Mons. Molinari, arcivescovo dell’Aquila, venne a presiedere la Messa in occasione della Festa della Beata Vergine delle Grazie a Finale Emilia, portando il suo messaggio di speranza.

Fondata nel 1970, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, è una delle tredici Istituzioni Concertistico-Orchestrali italiane riconosciute dallo Stato. Protagonista della rinascita della vitalità musicale della propria Regione e del centro Italia, l’ISA opera una vasta e significativa azione culturale attraverso la sua Orchestra. Rapidamente guadagnata un’importante considerazione tra le principali strutture di produzione musicale del Paese, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese ha finora tenuto oltre tremila concerti raggiungendo, in oltre 30 anni di ininterrotta attività, un elevato livello artistico. E’ spesso ospite di importanti istituzioni musicali sia in Italia che all’estero.

I prezzi dei biglietti sono 20€ (platea) e 15€ (galleria, posti in piedi). Le prevendite sono aperte presso tutte le filiali BPER – Banca Popolare Emilia Romagna.

Comunicato stampa

Annuncio

Perché non dire la tua?

Please enter your comment!
Please enter your name here