Mozart e Weill inaugurano nuove atmosfere SMART

[wide]

Filarmonica Toscanini_foto Trascinelli
[/wide]



Un concerto della Filarmonica Arturo Toscanini
“senza direttore” della serie Tutti per uno

con Mihaela Costea (violino), Andrea De Francesco (oboe), Giuseppe Affilastro (maestro concertatore)


Venerdì 25 gennaio 2013 ore 20.30
Auditorium Paganini di Parma


Nuove Atmosfere SMART, nuovo turno di appuntamenti sinfonici della Filarmonica Arturo Toscanini all’Auditorium Paganini di Parma, inaugura venerdì 25 gennaio 2013 ore 20.30 con un concerto “senza direttore” della serie Tutti per uno: Mihaela Costea, violino di spalla e concertatore, dirige la Toscanini nel Concerto per oboe e orchestra in do maggiore K314 di Wolfgang Amadeus Mozart accanto al solista all’oboe Andrea De Francesco. A seguire Kleine Dreigschenmusik, suite dall’Opera da tre soldi per orchestra di strumenti a fiato di Kurt Weill, per la quale la compagine sarà guidata dal maestro concertatore Giuseppe Affilastro.

Il Concerto per oboe e orchestra – noto anche nella sua successiva trascrizione per flauto e orchestra – fu scritto da Mozart tra il 1777 e il 1778 per l’oboista Giuseppe Ferlendi durante la sua permanenza a Salisburgo. Venne eseguito in diverse occasioni da Friedrich Ramm, oboista dell’orchestra di Mannheim e amico del compositore.

L’Opera da tre soldi, rielaborazione di Bertold Brecht del Beggar’s Opera di John Gay, viene rappresentata per la prima volta nel 1928, allo Schiffbauerdamm a Berlino. La musica di Kurt Weill mette in scena il mondo dei gangster e dei derelitti, con intenzione provocatoria nei riguardi del pubblico borghese che avrebbe dovuto scandalizzarsi di fronte all’ambiente, i personaggi e il loro linguaggio. In realtà lo stesso pubblico borghese ne decretò il successo. Tradotta in diciotto lingue, in poco tempo ebbe centinaia di allestimenti, migliaia di repliche e moltissimi adattamenti, fra i quali la Kleine Dreigroschenmusik, la Piccola musica da tre soldi, una suite strumentale ricavata da Weill stesso e diretta nel 1929 da Otto Klemperer.

Dopo il diploma ottenuto nel 2002 al Conservatorio “Verdi” di Milano, Andrea de Francesco si è perfezionato all’Università Mozarteum di Salisburgo con Stefan Schilli, alla prestigiosa Accademia della Symphonieorchesters dei Bayerischen Rundfunks di Monaco e infine ha ottenuto il diploma da solista alla Hochschule für Musik und Theater di Monaco nella classe di Francois Leleux.
Tra i riconoscimenti ottenuti si segnala il secondo premio al Concorso internazionale per oboe “G. Tomassini” di Petritoli nel 2005. Attualmente è primo oboe della Filarmonica Toscanini e collabora regolarmente in qualità di primo oboe con il Teatro alla Scala e la Filarmonica della Scala, sotto la direzione di direttori quali Daniel Barenboim, Lorin Maazel, Riccardo Muti, Daniele Gatti, Esa-Pekka Salonen. Inoltre collabora con l’ensemble “Il Proteo” di Sergio Azzolini.
Nel dicembre 2012 ha vinto il Concorso per primo oboe al Teatro alla Scala.

Mihaela Costea è primo violino di spalla della Filarmonica Toscanini dal 1999. Nata nel 1976 a Iasi (Romania), si è diplomata al conservatorio “G. Rossini” di Pesaro. Fa parte dell’Orchestra da Camera Italiana diretta da Salvatore Accardo. Ha collaborato, tra le altre, con la London Philarmonic Orchestra, la BBC Philarmonic Orchestra e la Royal Philarmonic Orchestra. Oltre a svolgere l’attività orchestrale, fa parte del Trio Renaissance e si dedica all’insegnamento. Nel 2011 al Teatro della Fortuna di Fano ha ricevuto il premio “Bigonzi” come migliore spalla. Suona il violino Goffriller 1690 di proprietà della Fondazione Arturo Toscanini.

In occasione del concerto, l’atrio dell’Auditorium Paganini ospiterà tre opere di Luciano Belletti in arte Blét, artista parmigiano specializzato nella scultura con il legno d’ulivo. Di Blét verranno esposte “Beethoven op. 61”, “Beethoven op. 67” e “Stravinskij Firebird”.

Ricordiamo che è ancora possibile abbonarsi a Nuove Atmosfere SMART. Il costo di un abbonamento a sette concerti è di 110 euro (intero) o 90 euro (ridotto e convenzioni) o 75 (under 26) per il settore oro; 75 euro (intero), o 65 euro (ridotto e convenzioni) o 50 euro (under 26) per il settore blu.

La biglietteria della Fondazione Toscanini si trova in vicolo San Moderanno 3 a Parma (tel. 0521 200145, e-mail biglietteria@fondazionetoscanini.it, www.fondazionetoscanini.it). Orari di apertura: mercoledì e venerdì dalle 14 alle 17, giovedì dalle 10 alle 12 e dalle 13 alle 17, sabato dalle 10 alle 13. La biglietteria all’Auditorium Paganini (via Toscana 5/a) è aperta a partire dalle ore 19.

Il concerto è in programma anche a Lugo il 23 gennaio 2013 ore 20.30.

Per ricevere gli aggiornamenti sull’attività della Fondazione Toscanini è possibile diventare fan su Facebook dell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna, della Filarmonica Toscanini e della Fondazione Arturo Toscanini, seguire su Twitter @Fil_Toscanini e iscriversi alla newsletter dal sito www.fondazionetoscanini.it.

Comunicato stampa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perché non dire la tua?