[wide]


[/wide]


[twocol_one]
Amici della Musica di Firenze

Angela Hewitt e l’Arte della Fuga, fra Bach e Beethoven

Lunedì 25 Aprile, Teatro della Pergola, ore 21

[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Biglietti: 14-25 euro (interi); 12-21 (ridotti); euro 5 (Carta Giò del Comune di Firenze)

Per il Club dei lettori del Corriere Musicale sono riservate le seguenti condizioni:
Sconto del 20% sui prezzi dei biglietti per il 2013
Eventuali promozioni su singoli concerti straordinari saranno comunicati di volta in volta
[/twocol_one_last]


Lunedì 25 Marzo (ore 21), al Teatro della Pergola, la formidabile pianista canadese e interprete bachiana doc Angela Hewitt è la protagonista di un nuovo appuntamento de L’arte della Fuga, ciclo dedicato ad esplorare le potenzialità espressive di questa forma musicale tanto cara a Bach. E quello di Bach è non a caso il nome che domina il programma presentato, aperto dalla Fantasia cromatica e Fuga BWV 903, ampia e smagliante improvvisazione dominata da effetti anche teatrali, e concluso dai Contrappunti XI-XIV e dai quattro Canoni tratti da quell’autentica summa di scienza e fantasia bachiana che è l’Arte della Fuga BWV 1080. Il cuore del programma è invece affidato a Beethoven, altro sommo interlocutore di questo dialogo: la Sonata op.110, capolavoro della piena maturità beethoveniana, dove spiritualità e trascendenza parlano proprio, nel finale, con il linguaggio di una maestosa fuga. Bach ma dunque anche Beethoven, occasione preziosa per ammirare lo stile elegante e limpido di Angela Hewitt, “Artista dell’anno” 2006 ai Gramophone Awards (gli oscar della musica classica), definita la “principale pianista bachiana del nostro tempo” sulle colonne del “The Guardian”. Interprete protagonista di pregevoli incisioni per l’etichetta Hyperion (l’ultima dedicata a Debussy), ha presentato il Clavicembalo ben temperato di Bach in una trionfale tournée mondiale, realizzandone anche la sua seconda incisione. È ideatrice del Trasimeno Music Festival, ormai diventato un attesissimo appuntamento annuale per un pubblico che proveniente da ogni parte del mondo.

Comunicato stampa

LASCIA UN COMMENTO