[wide]

Christoph Prégardien (Foto Marco Borggreve)
Christoph Prégardien (Foto Marco Borggreve)

[/wide]


[twocol_one]
Bologna Festival 2013 XXXII edizione

Martedì 26 marzo 2013 ore 20.30, Teatro Manzoni

Christoph Prégardien tenore, direzione
Le Concert Lorrain

Johann Sebastian Bach
Aria per tenore “Hebt euer Haupt empor”
Suite n.2 per flauto e archi BWV 1067
Cantata per tenore “Ich armer Mensch, ich Sündenknecht” BWV 55
Concerto in re minore per 2 violini, archi e b.c. BWV 1043
Cantata per tenore “Ich habe genung” BWV 82
[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Per il Club dei lettori del Corriere Musicale sono riservate le seguenti condizioni:
Sconto del 10% sui prezzi dei biglietti (valido in tutti i settori) della rassegna “Grandi Interpreti”
Sconto del 10% nuovi abbonamenti “Oro” (€310,5 anziché €345) e “Grandi interpreti” platea settore B (€252 anziché €280)
Sconto del 20% nuovi abbonamenti “Oro” (€308 anziché 385) e “Grandi interpreti” platea settore A (€260 anziché €325)
[/twocol_one_last]


Martedì 26 marzo ore 20.30, Teatro Manzoni, prosegue la rassegna Grandi Interpreti con un concerto in esclusiva per Bologna Festival: è questo l’unico appuntamento in Italia che vede impegnati il tenore Christoph Prégardien e Le Concert Lorrain, ensemble con strumenti originali di cui lo stesso Prégardien è direttore musicale. Il programma è interamente dedicato a Bach: arie e cantate per tenore vengono alternate a brani strumentali, la celeberrima Suite n.2 BWV 1067, dove emerge il flauto con punte di sfolgorante virtuosismo, e il Concerto per due violini BWV 1043, l’unico doppio concerto di Bach pervenuto in versione originale, che cattura l’ascolto con l’inesauribile energia ritmica dei suoi movimenti veloci, il Vivace iniziale e l’Allegro finale, e il continuo susseguirsi di figure tematiche di foggia vivaldiana.

Prégardien è un tenore di stile bachiano e liederistico che conosce tutti i segreti della parola cantata, le sue interpretazioni delle Passioni di Bach hanno fatto epoca e da qualche tempo si dedica anche alla direzione orchestrale, con risultati molto apprezzati dalla critica che elogia la scioltezza di fraseggio e l’armoniosa compiutezza delle sue scelte esecutive. Il debutto come direttore è avvenuto nel 2012, proprio con un’opera bachiana, la “Passione secondo Giovanni”, insieme al Concert Lorrain.

Apre il concerto del 26 marzo con il gioioso annuncio dell’aria Hebt euer Haupt empor (Levate in alto il capo) per poi passare all’intenso pathos delle Cantate Ich armer Mensch, ich Sündenknecht (Io pover’uomo, schiavo del peccato) e Ich habe genung (Mi basta così).

CHRISTOPH PRÉGARDIEN. Raffinato interprete delle Passioni di Bach – eccezionale il suo Evangelista – nel corso della carriera Christoph Prégardien ha concentrato la sua attenzione sul repertorio liederistico e bachiano, senza tralasciare Monteverdi, Purcell, Schütz, le opere teatrali di Mozart, la produzione vocale sinfonica dell’Ottocento e del Novecento, misurandosi con Mahler, Britten e Stravinskij. Voce di tenore, ha lavorato assiduamente con direttori come Gardiner, Harnoncourt, Herreweghe, Koopman, Nagano, Chailly, Luisi. Per il suo esordio come direttore, nel 2012, ha scelto la Passione secondo Giovanni di Bach, eseguita insieme al Concert Lorrain e il Nederlands Kamerkoor in diverse città europee. Nella sua discografia – che comprende oltre 130 titoli realizzati con le principali case discografiche – si distinguono Schwanengesang e Winterreise con il pianista Andreas Staier, Die schöne Müllerin con Michael Gees; Cantate, Oratori e Passioni di Bach con direttori quali Brüggen, Leonhardt, Kuijken, Koopman, Jacobs, Herreweghe e Rilling. Recente l’incisione dell’Italienisches Liederbuch di Wolf con il soprano Julia Kleiter. Nato in Germania, a Limburg an der Lahn, Prégardien ha studiato canto con Martin Gründler e Karlheinz Jarius alla Hochschule für Musik di Francoforte, e poi con Carla Castellani a Milano; al Conservatorio di Stoccarda ha perfezionato il repertorio liederistico nella classe di Hartmut Höll, tra i più qualificati accompagnatori della sua generazione. Prégardien si dedica anche all’attività didattica, tenendo corsi alla Hochschule für Musik di Colonia e alla Hochschule für Musik und Theater dell’Opera di Zurigo.

LE CONCERT LORRAIN. Anne-Catherine Bucher e Stephan Schultz sono i direttori artistici del Concert Lorrain, ensemble con strumenti originali fondato nel 2000 e specializzato nel repertorio barocco francese e tedesco. Collabora abitualmente con rinomati musicisti – Andreas Scholl, James Gilchrist, Joanne Lunn, Katherine Fuge, Robin Blaze – e con gruppi vocali come Cappella Amsterdam, Dresdner Kammerchor, Nederlands Kamerkoor. Insieme a Christoph Prégardien, scelto come direttore musicale nel 2012, l’orchestra si è esibita al Concertgebouw di Amsterdam, alla Cité de la Musique di Parigi, al Palazzo dei Congressi di Lucerna, alla Filarmonica di Varsavia, al Lingotto di Torino, al Festival di Musica Antica di Utrecht e per le principali istituzioni musicali francesi. Il loro CD Le manuscrit des Ursulines de la Nouvelle-Orléans ha ottenuto diversi riconoscimenti della critica, come pure Les petits motets di Henry Madin e la raccolta di cantate di Thomas-Louis Bourgeois Les sirènes.

INFORMAZIONI Bologna Festival 051 6493397 www.bolognafestival.it
BIGLIETTERIA Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E) Tel 051 231454 dal martedì al sabato ore 13-19
VENDITA ONLINE bolognafestival.it; vivaticket.it; classictic.it
PREZZI
Biglietti a partire da € 20 a € 55
Biglietti Giovani (riduzione valida sino ai 30 anni compresi) € 8
per gli under 30 è inoltre prevista la riduzione del 50% sui biglietti di platea settore A e B

Comunicato stampa

LASCIA UN COMMENTO