[wide]


[/wide]


[twocol_one]
Associazione Musicale Lucchese

Lucca in Musica 2013
Concerto nella Basilica di San Frediano con Vladimir Ashkenazy e l’Orchestra dei Giovani dell’Unione Europea
[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Venerdì 5 aprile ore 21, Basilica di San Frediano, Lucca

musiche di Ravel e Stravinskij
[/twocol_one_last]


Lo splendido scenario della Basilica di San Frediano, un maestro di assoluto valore come Vladimir Ashkenazy e un’orchestra che ospita i migliori talenti musicali europei, l’EUYO-European Union Youth Orchestra.
È così che si aprirà, venerdì 5 aprile, alle 21, l’undicesima stagione di “Lucca in Musica”, il festival organizzato da Associazione Musicale Lucchese e Teatro del Giglio, in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Comune e Provincia di Lucca e Lucar Bmw, che è ormai divenuto un importante appuntamento culturale per la città e non solo.
Un appuntamento imperdibile, che porta a Lucca uno dei più grandi e ammirati direttori e pianisti del mondo e l’orchestra che ospita i migliori talenti musicali d’Europa e che, non a caso, è Ambasciatore Culturale dell’Unione Europea.

Il programma non poteva che essere all’altezza di un concerto tanto speciale. A risuonare nella bellissima Basilica di San Frediano saranno le note di due capolavori assoluti del Novecento: Daphnis et Chloé (Suites 1 e 2) di Maurice Ravel e Le sacre du printemps di Igor Stravinskij, due suite estratte da altrettanti balletti e sapientemente dirette dalla bacchetta del Maestro Ashkenazy.
Con quasi un’ora di durata, la musica per Daphnis et Chloé è la composizione più lunga tra quelle di Ravel; monumentale e ricca di suggestioni melodiche, è considerata come uno dei suoi lavori più riusciti e di maggior successo. Il compositore stesso la descrisse come una symphonie choréographique, una sinfonia coreografica. La Sagra della Primavera è uno dei primi lavori del giovane Stravinskij e in questo 2013 festeggia i suoi primi 100 anni. È considerata uno dei capolavori della musica classica, nonché uno dei manifesti della cultura musicale contemporanea, grazie soprattutto al carattere rivoluzionario della sua struttura, all’interno della quale temi diversissimi tra loro si rincorrono, si sovrappongono e si fondono in un’esperienza unica e straordinaria.

Fortemente voluta dal maestro Claudio Abbado e oggi retta da Joy Bryer, l’EUYO-European Union Youth Orchestra, è composta da oltre 100 giovani musicisti di talento, di età compresa fra i 14 e i 25 anni, provenienti dai 27 paesi dellʼUE. È finanziata con il sostegno del Programma Culturale dellʼUnione Europea e dei 27 Governi Membri dellʼUnione. LʼOrchestra ha ormai quasi tremila allievi ed è un “ponte” eccezionale tra i conservatori e il mondo professionale della musica. Ogni anno, dai tre ai quattromila giovani musicisti si presentano alle audizioni, che si svolgono in tutti i paesi membri dellʼUnione Europea. Al momento, sono undici i musicisti italiani che fanno parte del gruppo in tournée in tutta Europa.

Vladimir Ashkenazy è uno dei più grandi e ammirati direttori d’orchestra e pianisti del mondo. Nato nel 1937 a Gorkij, in Russia, da padre pianista e madre attrice, ha vinto concorsi internazionali di pianoforte fin da bambino, diventando poi uno dei migliori interpreti soprattutto dei compositori russi. Più tardi si è dedicato alla conduzione d’orchestra. Ha diretto, tra le altre, la Royal Philharmonic Orchestra, la Filarmonica Ceca e l’Orchestra Sinfonica NHK giapponese. Da molti anni lavora a progetti di divulgazione della musica classica e programmi televisivi.

Biglietti:
Primo Settore: 25 euro l’intero, 20 il ridotto e 15 per il ridotto riservato ai soci AML e agli abbonati del Teatro del Giglio; Secondo Settore: 20 euro l’intero, 18 il ridotto e 13 per il ridotto riservato ai soci AML e agli abbonati del Teatro del Giglio.
I biglietti si possono acquistare alla biglietteria del Teatro del Giglio e online su www.boxol.it.

Comunicato stampa

Annuncio

Perché non dire la tua?

Please enter your comment!
Please enter your name here