[wide]


[/wide]


Una sorprendente chicca musicale è stavolta la buona “scusa” per conoscere e visitare la residenza eretta nel 1200 come fortezza militare e successivamente trasformata in dimora patrizia di nobili casati, oggi sede di eventi socioculturali e azienda enologica.

Praga, 1796. Beethoven viene presentato al conte Cristiano Filippo Clam-Gallas influente opinion leader nella cerchia degli amatori di musica boemi. È per la contessa Clary – cantante e suonatrice di mandolino – che Beethoven scrisse l’aria “Ah perfido!” e altri tre pezzi. Questa “scoperta” di un Beethoven forse inimmaginabile, ci ha portato a pensare ad un concerto centrato sul mandolino, liuto a manico corto nato nel XVII secolo a Napoli ma con innumerevoli versioni un po’ in tutto il mondo (catanese, irlandese, portoghese, brasiliano, cileno, americano, genovese barocco, milanese con sei corde).

Concerto di musiche per pianoforte e mandolino con Raffaele La Ragione (mandolino) e Giacomo Ferrari (pianoforte)

PROGRAMMA

Ludwig van Beethoven
– Adagio ma non troppo
– Sonatina in Do maggiore
– Sonatina in Do minore
– Andante con variazioni

Bartolomeo Bortolazzi
Sonata in Re Maggiore per pianoforte e mandolino op.9

Johann Nepomuk Hummel
Grande Sonata per pianoforte e mandolino

Vincent Neuling
Sonata per pianoforte e mandolino op.3

DOVE, COME, QUANDO
Appuntamento alle 11.00 per visitare il Castello, alle 12.00 per il concerto, a seguire un pranzo a buffet con specialità francesi e vini del Castello.

Ingresso, visita al Castello, concerto e pranzo 60 € a persona
indispensabile prenotare entro il 16 aprile.
Per farlo tel. 348.3036243 o email: info@castellodigrumello.it

Comunicato stampa

Annuncio

Perché non dire la tua?

Please enter your comment!
Please enter your name here