[twocol_one]
Bologna Festival 2013 XXXII edizione

Giulia Rossini e Herbert Schuch per la rassegna Talenti
[/twocol_one]
[twocol_one_last]
Per il Club dei lettori del Corriere Musicale sono riservate le seguenti condizioni:
Sconto del 10% sui prezzi dei biglietti (valido in tutti i settori) della rassegna “Grandi Interpreti”
Sconto del 10% nuovi abbonamenti “Oro” (€310,5 anziché €345) e “Grandi interpreti” platea settore B (€252 anziché €280)
Sconto del 20% nuovi abbonamenti “Oro” (€308 anziché 385) e “Grandi interpreti” platea settore A (€260 anziché €325)
[/twocol_one_last]


I prossimi due concerti di Bologna Festival, 15 maggio e 17 maggio, vedono protagonisti due giovani artisti: Giulia Rossini, vincitrice del “Premio Venezia”, invitata nella sezione Talenti ed Herbert Schuch, vincitore del “Premio del Pubblico” tra i Talenti dello scorso anno, invitato nuovamente al Bologna Festival per un concerto nella sezione Grandi Interpreti.

La rassegna Talenti apre uno sguardo sui nuovi interpreti: i talenti musicali dell’ultima generazione, molti per la prima volta a Bologna, vengono scelti tra solisti, trii e quartetti emergenti o gruppi cameristici di largo organico nati all’interno delle nostre scuole di alta formazione. Bologna Festival ne promuove l’attività assegnando il “Premio del Pubblico” che per il vincitore prevede la conferma di un impegno per la successiva edizione del festival.

TALENTI

Mercoledì 15 maggio ore 20.30
Oratorio San Filippo Neri

Giulia Rossini pianoforte (Premio Venezia 2012)
Franz Joseph Haydn Sonata n.62 in mi bemolle maggiore Hob. XVI:52
Ludwig van Beethoven Sonata n.26 in mi bemolle maggiore op.81a “Les adieux”
Robert Schumann Arabesque in do maggiore op.18 
Robert Schumann Toccata in do maggiore op.7
Robert Schumann Sonata n.2 in sol minore op.22

La ventenne milanese Giulia Rossini possiede un pianismo sottile, evanescente, interessato particolarmente al colore. Ha vinto nel 2012 uno dei più importanti concorsi pianistici nazionali, il “Premio Venezia”. A questa competizione sono ammessi soltanto i diplomati a pieni voti dei nostri conservatori dell’ultimo anno. Di conseguenza questo è il concorso italiano più giovane. Il raffinato programma evita le esibizioni ed è interamente dedicato alla letteratura pianistica classica e romantica, con una originale scelta di brani schumanniani.

Giulia Rossini. Nata a Milano nel 1993, si è diplomata al Conservatorio di Milano con Silvia Rumi. Ha frequentato corsi tenuti da Paul Badura-Skoda, Anna Kravtchenko, Boris Petrushansky; si sta perfezionando con Leonid Margarius all’Accademia pianistica di Imola. Nel 2012 ha vinto il “Premio Venezia” e il concorso pianistico internazionale “Bradshaw and Buono”, che offre al primo classificato l’opportunità di esibirsi alla Carnegie Hall di New York.

Comunicato stampa

LASCIA UN COMMENTO