[wide]


[/wide]


[twocol_one]

Accademia Filarmonica Romana

Wagner riletto dai giovani per i giovani

Al Teatro Olimpico per la Filarmonica Romana giovedì 16 maggio il nuovo allestimento vincitore del concorso europeo Wagner200 indetto da AsLiCo, pensato per il pubblico di domani in occasione del bicentenario della nascita di Wagner

[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Per il Club dei lettori del Corriere Musicale sono riservate le seguenti condizioni:
Riduzione del 30% sul prezzo intero del biglietto per tutti i concerti e gli spettacoli in scena al Teatro Olimpico e al Teatro Argentina (ad esclusione degli spettacoli di Danza e degli spettacoli in scena presso altre sedi)

I biglietti devono essere prenotati presso l’Ufficio Promozione dell’Accademia al numero 06.320.17.52 o scrivendo una e-mail all’indirizzo prenotazioni@filarmonicaromana.org.
[/twocol_one_last]


Una giovane fanciulla di nome Senta; un vecchio granaio; un sogno mitico; un fantastico personaggio perseguitato da una maledizione; marinai e fantasmi… È L’olandese volante di #Wagner nella versione rivolta al giovane pubblico dell’innovativa formula didattica “#Opera domani” di AsLiCo, giunto alla XVII edizione, che l’Accademia Filarmonica Romana mette in scena giovedì 16 maggio al Teatro Olimpico (ore 20).

Vincitore del Concorso Europeo Wagner200 per la produzione di un’opera di Wagner per il giovane pubblico, questo nuovo allestimento, per la regia di Lucas Simon affiancato da un promettente team francese e l’adattamento musicale di Samuel Sené, è un Olandese volante all’insegna della meraviglia: per i più piccoli alle prime armi con l’opera, per gli adulti che non si stancano mai di stupirsi. Come tutte le proposte AsLiCo, anche questo Olandese volante farà dell’interattività il suo punto di forza: i ragazzi, preparati in classe dai professori, avranno un ruolo attivo nello spettacolo, partecipando dalla platea ai cori e all’azione scenica.

L’Orchestra 1813 è diretta dal maestro Alessandro Fabrizi; scene di Damien Schahmaneche, costumi di Clara Ognibene, light designer di Benjamin Nesme, i video sono di Etienne Guiol e Didier Illouz. In scena i vincitori del 64° Concorso AsLiCo per giovani cantanti d’Europa: Choi Byunghyuk (Olandese), Benedetta Bagnara (Senta), Paolo Andrea Di Pietro (Daland), Rosolino Cardile (Erik e Il timoniere), Raffaella Lupinacci (Mary), Deborah De Bernardi e Ivana Franceschini (Filatrici e Marinai).

L’allestimento è coprodotto da #Teatro Sociale di Como AsLiCo (Italia), Opéra de Rouen (Francia), Theater Magdeburg (Germania).

Nella versione drammaturgica del giovane regista francese Lucas Simon, Senta è una ragazza di oggi, romantica e attratta dal mistero: esplorando la soffitta del nonno si imbatterà in curiosi cimeli marinareschi che sapranno rapire la sua immaginazione e trasportarla nel cuore di un’incredibile avventura. Una feluca da capitano, il misterioso ritratto di un oscuro e affascinante lupo di mare e un vecchio fonografo la faranno sprofondare in uno stranissimo sogno… realtà o soltanto fantasia? Gli ingredienti per un’ottima riuscita ci sono tutti: il sinistro vascello fantasma, i suggestivi richiami dei marinai e i trascinanti Leitmotive wagneriani non mancheranno di conquistare il pubblico. “Curiosare, frugare e scoprire, tutto inizia come al principio di un sogno – racconta il regista Lucas Simon -, e all’improvviso Senta viene trascinata in un’avventura straordinaria. Gli elementi si scatenano e delle onde enormi invadono il palcoscenico. Ci sembra di essere da qualche parte sul mare, a meno che siamo forse sotto il mare? Panico a bordo. Ma a bordo di cosa? Con chi? Dove siamo? La tempesta infuria, il vento soffia, il mare urla. Dei bauli pieni d’oro maledetto e di perle nere si aprono, il vecchio organo intona una musica lugubre, il timone del vecchio vascello si anima. È in un universo sospeso tra la magia dei sogni e la poesia degli oceani che voi viaggerete”.

Comunicato stampa

[simple-qr size=”150″ type=”url” url=”http://cartellone.ilcorrieremusicale.it/2013/05/16/lolandese-volante-ovvero-il-sogno-dal-mare-a-roma/” margin=””]

LASCIA UN COMMENTO