Thomas Demenga e Camerata Zürich

È uno dei più importanti violoncellisti presenti sulla scena internazionale e torna ospite dei Concerti del Lingotto dopo nove anni di assenza. Nato a Berna nel 1954 e allievo di Antonio Janigro e Mstislav Rostropovič, Thomas Demenga ha suonato in carriera con molte delle più importanti istituzioni sinfoniche internazionali collaborando con direttori quali Myung-Whun Chung, Charles Dutoit e Wolfgang Sawallisch. Attivo anche come compositore e didatta presso la Hochschule für Musik di Basilea, è direttore artistico della Camerata Zürich, formazione con cui sarà protagonista sul palco dell’Auditorium Giovanni Agnelli martedì 5 aprile 2016 alle 20.30.
“Intermezzo pastorale” è il sottotitolo di Sommernacht op. 58, composizione per soli archi che apre il programma della serata. Scritta nel 1945 dal compositore svizzero Othmar Schoeck è una pagina ispirata a una lirica del poeta Gottfried Keller. Un balzo indietro di quasi un secolo ci proietta nella Düsseldorf del 1850 dove Robert Schumann compose il suo unico Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129, in cui emerge un perenne conflitto tra il ritmo continuo di monologo interiore del solista e la tradizione segmentazione della forma concertistica. Si ritorna a metà del Novecento con la Sinfonia da camera op. 73a di Dmitrij Šostakovič che conclude il concerto. Non si tratta di un’opera originale, bensì di una trascrizione per archi, legni e arpa del Quartetto per archi n. 3, operata dal violista, compositore e direttore d’orchestra Rudolf Barshai, che all’arrangiamento orchestrale di opere di Šostakovič dedicò la propria attenzione in ben quattro occasioni con soddisfazione del compositore.

|||::
Via Nizza, 280, 10126 Torino, Italia